Federazione

Il Centro Italo-Arabo e del Mediterraneo Onlus è un’associazione italo-araba senza fini di lucro, con filiali nel Lazio, Sardegna, Veneto e Calabria. Il Centro è nato dall’impegno di lotta per l’amicizia e la solidarietà Italo-Araba di un gruppo di italiani e di arabi che, anche in periodi difficilissimi, non avevano mai smesso di credere e di operare per lo sviluppo dei rapporti fra l’Italia (e suo tramite l’Europa) e il mondo arabo-islamico.

Fanno parte del Centro giornalisti arabi e mediterranei, accademici ed intellettuali italiani, parlamentari ed esponenti politici di tutto l’arco costituzionale italiano, giovani e cittadini italiani e degli altri paesi. L’utilizzo dei nuovi media ha consentito di avviare relazioni con l’Unione Europea e di proporsi come strumento per sensibilizzare le comunità mediterranee sulle iniziative comunitarie e come rete di specialisti al servizio del dialogo euro-mediterraneo.

Inoltre, la consapevolezza dell’importanza cruciale delle nuove generazioni nel processo di integrazione spinge verso l’avvio di attività di formazione nelle scuole e di sensibilizzazione degli studenti universitari. Un maggior interscambio con il mondo accademico consente di essere veicolo di divulgazione delle acquisizioni in campo culturale e dei progressi in campo scientifico. Una maggiore interazione con le rappresentanze diplomatiche arabe in Italia può dare maggiore spessore alle iniziative culturali realizzate e, nel contempo, fornire sostegno agli eventi organizzati dalle ambasciate e dai centri culturali arabi.

Il Centro Italo Arabo e del Mediterraneo riunisce 4 associazioni territoriali, in rappresentanza di Lazio – Roma Capitale, Sardegna, Veneto e Calabria. Questo il nuovo organigramma nazionale:

  • Presidente: RAIMONDO SCHIAVONE
  • Segretario generale: ALESSIA LAI
  • Responsabile relazioni internazionali: ALESSANDRO ARAMU
  • Responsabile attività di solidarietà: INTISSAR MASRI
  • Responsabile attività di cooperazione: LAURA CASTA
  • Rapporti con la Siria e la Santa Sede: NAMAN TARCHA
  • Rapporti con enti locali: FRANCO MURGIA
  • Rapporti con le imprese arabe: ROCCO GALLUCCI